Caltanissetta.Prevista la chiusura delle sedi di Mussomeli, Santa Caterina, Sommatino e Mazzarino Giudici di pace «dimezzati»

Post tratto da pagina 31 del giornale ” LA SICILIA ” di sabato 03.03.2013, Caltanissetta: CL0203-PCL1-31

un ufficio del giudice di pace

Se i Comuni interessati vogliono mantenere gli uffici dei giudici di pace a suo tempo istituiti e tuttora funzionanti ma inclusi tra quelli da chiudere, debbono accollarsi le spese necessarie per il loro funzionamento compresi i costi del personale amministrativo ed hanno 60 giorni di tempo per decidere.

Entro lo stesso termine debbono comunicare l’impegno assunto al Ministero della giustizia.
Questo è quanto previsto con il riordino degli uffici giudiziari.
Nella provincia di Caltanissetta le sedi degli uffici di giudice di pace destinate alla chiusura sono 4, e precisamente: Mussomeli, Santa Caterina Villarmosa, Sommatino e Mazzarino.
Per cui rimarranno in attività soltanto gli uffici del capoluogo e di Gela ai quali gli altri 4 fanno capo.
E’ previsto che i giudici di pace assegnati agli uffici da sopprimere vengono assorbiti dagli altri uffici che rimangono.
Per cui 3, ossia quelli di Mussomeli, Santa Caterina Villarmosa e Sommatino, (ma in effetti sono 2 perché a Santa Caterina Villarmosa è distaccato un giudice dell’ufficio di Caltanissetta) saranno trasferiti all’ufficio del capoluogo, e 1 (quello di Mazzarino) a Gela.
Il personale di cancelleria e di segreteria rientrerà, invece, al palazzo di giustizia di Caltanissetta.
Ma c’è la possibilità che giudici e personale amministrativo rimangano nelle sedi dove sono tuttora a condizione, però, che i rispettivi Comuni si accollino le spese per il loro funzionamento.
Sinora i 4 Comuni interessati non si sono pronunciati.
Ma ora hanno tempo sino al prossimo 30 aprile per dire cosa vogliono fare.
Debbono quantificare l’ammontare delle spese occorrenti, che comprendono anche i locali degli uffici, per poi decidere.
Se i 4 uffici chiuderanno, sarà un brutto colpo e grandi disagi per i cittadini dei rispettivi Comuni che si rivolgono al giudice di pace per chiedere giustizia: tra l’altro, gli abitanti di Mussomeli e della zona del Vallone dovranno recarsi a Caltanissetta.
Gli uffici del giudice di pace svolgono attività in materia civile e penale e hanno tempi più brevi per lo svolgimento dei procedimenti rispetto agli altri uffici giudiziari.
Recentemente, comunque, il numero di procedimenti trattati è diminuito.
E’ avvenuto a seguito dell’innovazione che per l’iscrizione della causa (prima non si pagava) è previsto ora il pagamento di una marca da bollo che varia da un minimo di 38 euro per poi aumentare ed essere rapportata all’importo del procedimento.
Sono diminuiti soprattutto i ricorsi per le contravvenzioni al Codice della strada che sinora hanno costituito la “magna pars” dei procedimenti avviati negli uffici del giudice di pace.
Praticamente i ricorrenti debbono pagare la marca da bollo di 38 euro per la contravvenzione di pari importo.
Luigi Scivoli
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...