MEDIACONCILIAZIONE.Liti condominiali e risarcimenti Rc auto, dal 20 marzo sarà obbligatoria la mediazione

Dal 20 marzo 2011, in Italia per le liti civili e commerciali è diventato obbligatorio ricorrere alla mediazione.

Il provvedimento è stato introdotto per avvicinare la legislazione italiana a quella degli altri Paesi europei nella diffusione delle ADR, strumenti di giustizia alternativa

La mediaconciliazione è in vigore dal 21 marzo 2011 per effetto della conversione in legge del decreto legislativo 28/2010.
Si tratta in sostanza di un istituto introdotto dal governo Italiano per far fronte all’intasamento dei Tribunali civili ed alla lentezza della giustizia ordinaria.
La mediaconciliazione consiste quindi in un anticamera del giudizio vero e proprio.

Potremmo chiamarla benissimo arbitrato al posto di media conciliazione in quanto consiste in una richiesta ad un organismo preposto ed autorizzato dal Ministero di Giustizia di derimere una controversia grazie all’ausilio di esperti e mediatori professionisti

La domanda di mediazione relativa alle controversie di cui e’ presentata mediante deposito di un’istanza presso un organismo. L’istanza deve indicare l’organismo, le parti, l’oggetto e le ragioni della pretesa.

Le materie interessate dalla media conciliazione sono : diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicita’, contratti assicurativi, bancari e finanziari.

E’ stata invece rimandata di un anno la mediaconciliazione in materia di risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti e in materia condominiale.

Chiunque quindi voglia esercitare un’azione davanti ad un giudice per valere i propri diritti è tenuto preliminarmente a esperire il procedimento di mediazione o anche detta media conciliazione.
Il processo di mediazione davanti all’organismo o ente preposto ha durata massima imposta dalla legge di 40 giorni, dopo i quali o nel caso non si riesca a trovare una soluzione accettata da entrambe le parti è possibile esperire azione giudiziale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...